I MARKERS DELL'ANSIA

ANSIA

perché se ne parla nel contesto della terapia del dolore?

01

Per consentire il riconoscimento precoce dei quadri ansiosi, per poter comprendere la natura di tale disturbo e poter pianificare un idoneo trattamento

01

L’ansia non riconosciuta e non trattata compromette il decorso delle patologie organiche

ANSIA?

Quali sono le caratteristiche principali dell’ansia?

01

La presenza di «ansia e di preoccupazioni eccessive» … per la maggior parte dei giorni.

01

La persona non riesce a controllare tali preoccupazioni che riguardano diversi aspetti della vita quotidiana

ANSIA GENERALIZZATA

Quali sono i principali sintomi dell’ansia generalizzata

01

irrequietezza, o sentirsi tesi/e, «con i nervi a fior di pelle»

01

facile affaticamento

01

difficoltà a concentrarsi o vuoti di memoria

01

irritabilità

01

tensione muscolare

01

alterazione del sonno (difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno, o sonno inquieto e insoddisfacente)

Questi sono i principali sintomi dell’ansia generalizzata che hanno caratteristica di persistenza (una durata di almeno sei mesi) con compromissione della funzionalità globale; provocano un notevole disagio e una profonda sofferenza soggettiva.

ATTACCO DI PANICO

Comparsa improvvisa di paura o di disagio intensi con picco in pochi minuti e con i seguenti sintomi (>4):

01

palpitazioni, cardiopalmo o tachicardia

01

sudorazione, tremori fini o a grandi scosse

01

dispnea o sensazione di soffocamento

01

sensazione di asfissia, dolore o fastidio al petto

01

nausea o disturbi addominali, sensazione di vertigine, di instabilità, di «testa leggera» o di svenimento, brividi o vampate di calore

01

parestesie (sensazione di torpore o di formicolio)

01

derealizzazione o depersonalizzazione

01

paura di perdere il controllo o di «impazzire», paura di morire

Il Disturbo di Panico si presenta invece con attacchi di panico improvvisi ed inaspettati, particolarmente «angoscianti».
Il che genera sensazioni di impotenza e facilita l’insorgere di condotte di evitamento (… pur di non correre il rischio di avere un attacco di panico il soggetto non esce di casa …)


Disturbo depressivo maggiore e disturbi d'ansia:
possibile sovrapposizione?

sovrapposizione tra disturbo depressivo maggiore e disturbi d'ansia

Sovrapposizione tra disturbo depressivo maggiore e disturbi d'ansia. Sebbene i sintomi principali dei disturbi d’ansia (ansia e preoccupazione immotivata) differiscano da quelli della depressione maggiore (perdita di interesse e umore depresso), si osserva una considerevole sovrapposizione tra i rimanenti sintomi associati e queste due patologie psichiatriche (confronta il puzzle dei disturbi d’ansia a destra con quello dell’MMD a sinistra). Per esempio, la facile affaticabilità, l’insonnia e la difficoltà di concentrazione sono comuni a entrambi i tipi di disturbi. Figura 9.1 -

Molti sintomi sono comuni all’ansia e alla depressione; ciò che contraddistingue l’ansia è la preoccupazione che possa succedere qualcosa, è il terrore «del futuro», è la paura incombente dell’"inevitabile"

ANSIA DI MALATTIA

01

Preoccupazione di avere o contrarre una grave malattia

01

I sintomi somatici non sono presenti o, se presenti, sono solo di lieve intensità. Se è presente un’altra condizione medica o vi è un elevato rischio di svilupparla, la preoccupazione è chiaramente eccessiva o sproporzionata.

01

È presente un elevato livello di ansia riguardante la salute e l’individuo si allarma facilmente riguardo al proprio stato di salute

01

L’individuo attua eccessivi comportamenti correlati alla salute (tipo richiedente assistenza) o presenta un evitamento disadattivo (tipo evitante l’assistenza)

Il disturbo d’ansia di malattia, già noto come ipocondria, presenta un particolare quadro clinico; in questo momento emergenziale dato dal Covid-19 questo disturbo è diventato più frequente.


ANSIA E STILE DI VITA

01

Mancanza di rispetto per sé stesso e di cura

01

Autolesionismo (non osservanza misure di sicurezza … guida spericolata)

01

Alimentazione scorretta

01

Comportamenti sessuali a rischio

01

Fumo di sigarette, abuso di alcolici

01

Gambling, irritabilità

01

Compliance inadeguata

L’ansia può anche manifestarsi con modalità comportamentali disfunzionali (ansia mascherata); la tensione interiore può infatti elicitare comportamenti che mettono a rischio la salute del paziente.
Riconoscere questa forma di ansia è importante per poter instaurare un idoneo trattamento.

L'ANSIA È ANSIA?

non sempre

… un giovane maschio di 25 anni, autista di pullman adibito a trasporto scolaresche, giunge al pronto soccorso di Parma in data 18 marzo 2010 per l’ennesimo accesso di palpitazioni insorto durante la notte.

L’anamnesi è caratterizzata da alcuni episodi di cardiopalmo, a causa dei quali è già stato valutato in diversi PS. Successive visite cardiologiche non hanno posto alcuna diagnosi di disturbo del ritmo cardiaco….

 

L’ansia può anche essere la manifestazione di una patologia organica, come la sindrome di Brugada.
La diagnosi di un disturbo psichiatrico è una diagnosi di esclusione.

ANSIA INDOTTA

da sostanze/farmaci

01

diclofenac

01

nimesulide

01

buprenorfina

01

tramadolo

01

ossicodone

01

tapentadolo

Ansia, insonnia, irritabilità

Senso di ansietà, nervosismo

Ansia, irrequietezza, insonnia

Ansia, disturbi del sonno

Insonnia, euforia, agitazione

Ansia, disturbi del sonno, nervosismo

Molti farmaci utilizzati nella terapia del dolore tra gli effetti collaterali possono indurre sintomi ansiosi e pertanto vanno modulati con attenzione. Ulteriore attenzione occorre avere nei confronti delle politerapie, molto spesso non giustificate.

ANSIA INDOTTA

da sostanze/farmaci

01

diclofenac

Ansia, insonnia, irritabilità

01

nimesulide

Senso di ansietà, nervosismo

01

buprenorfina

Ansia, irrequietezza, insonnia

01

tramadolo

Ansia, disturbi del sonno

01

ossicodone

Insonnia, euforia, agitazione

01

tapentadolo

Ansia, disturbi del sonno, nervosismo

Molti farmaci utilizzati nella terapia del dolore tra gli effetti collaterali possono indurre sintomi ansiosi e pertanto vanno modulati con attenzione. Ulteriore attenzione occorre avere nei confronti delle politerapie, molto spesso non giustificate.

Ansia = ansiolitici?

Benzodiazepine

01

ansiolitica

01

miorilassante

01

ipnoinducente

01

anticonvulsivante

L’AIFA, già nel 2011 ha attivato un adeguamento degli stampati di specialità medicinali contenenti le “benzodiazepine e gli agenti benzodiazepino-simili”.
In particolare, nell’ambito dei disturbi per i quali la singola molecola trova indicazione nella scheda tecnica, viene chiaramente specificato che le BDZ sono indicate soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante e sottopone il soggetto a grave disagio; il trattamento deve limitarsi ad un breve periodo di tempo (due-tre settimane) ed essere monitorato.

L’anamnesi è caratterizzata da alcuni episodi di cardiopalmo, a causa dei quali è già stato valutato in diversi PS. Successive visite cardiologiche non hanno posto alcuna diagnosi di disturbo del ritmo cardiaco….

 

Es: Bromazepam, Alprazolam, delorazepam, Diazepam, lorazepam…

Le benzodiazepine potenziano la trasmissione GABA-ergica

GABA: principale neurotrasmettitore inibitorio SN

effetto inibitorio sul SN

Ansia antidepressivi

sovrapposizione tra disturbo depressivo maggiore e disturbi d'ansia

dal disagio psichico alla resilienza

l’introduzione della dimensione positiva nella pratica clinica

1

facilita il contenimento del disagio

2

favorisce la gestione della terapia

3

promuove il benessere

Image

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.